Indio, il romanzo d’esordio di Lucilla Leone

Indio

Indio

Indio racconta la storia di Allyson Gordon, una giovane ragazza di 19 anni, la cui tranquilla vita fatta di routine sta per essere stravolta da un incontro inquietante e misterioso. Allyson vive nel nord del Canada,  sulla fredda Baia di Hudson, tra la Tundra sterminata e la Riserva Indiana, dove vivono gli Indios con la loro cultura e le loro tradizioni malviste dalla maggioranza degli abitanti di Churchill, una piccola cittadina  quasi assopita, dove il tuo vicino di casa è il tuo migliore amico, dove tutti sembrano sapere quale sia la cosa giusta da fare e chi sia la persona giusta da frequentare. Dove l’ipocrisia e il cinico perbenismo regnano sovrani, nascondendo dietro le maschere di bravi e onesti cittadini bianchi, tanti uomini gretti e purtroppo tutt’oggi ancorati alla convinzione che gli Indiani siano un popolo inferiore, ignorante, da tenere lontano il più possibile, confinato nelle apposite ‘riserve’.

Allyson si scontrerà faccia a faccia con questi pregiudizi radicati, dai suoi più cari amici d’infanzia a sua madre Rose, sempre in ansia e fastidiosamente invasiva. Ma la sua purezza d’animo e la sua semplicità saranno le armi che le permetteranno di andare avanti, anche quando sembrerà impossibile farlo. Anche quando la cruda realtà di un passato familiare sconosciuto la colpirà mettendola nuovamente al tappeto, lei riuscirà tuttavia a rialzarsi. Aggrappandosi alle corde dure e tese del suo animo tornerà in piedi resa ancora più forte dal dolore, e nel ricordo dolce e struggente del suo papà cercherà di bloccare per sempre una spirale di odio e vendetta che aveva già colpito e annientato troppe anime innocenti.

Indio non vuole essere solo un romanzo avventuroso, con una trama che tenga il lettore incuriosito senza però lasciare in esso qualche spunto di riflessione. Questo romanzo affronta la tematica del pregiudizio razziale senza pesantezza, ma sottolineandone la profonda insulsaggine. Tocca i temi del difficile rapporto tra figli e genitori, delle problematiche che affrontano spesso gli abitanti di piccoli centri isolati, della difficoltà nel resistere alla perdita di una persona cara. Sono argomenti in cui è facile potersi identificare, dove ogni lettore può ritrovare almeno un solo frammento del proprio vissuto.

LEGGI ANCHE:  Non farmi male, Rosalinda Caputo ci racconta il suo primo romanzo

 

 

 

Autore: lucillaleone

Di origini abruzzesi, Lucilla Leone nasce a Roma nel 1975, dove risiede tuttora con il marito e i due figli. La passione per la scrittura la accompagna sin dai tempi delle Scuole Superiori.
In passato ha scritto delle poesie e dei pensieri su suo padre, alcuni anni dopo la sua scomparsa, e un fantasy medievale qualche anno fa, ma nonostante alcuni commenti positivi di chi abbia letto i suoi lavori, non ha mai pensato di poter rendere pubblico un suo scritto, almeno fino a oggi.
“Scrivere è per me il bisogno di rivelarmi, il bisogno di risonare, non dissimile dal bisogno di respirare, di palpitare, di camminare incontro all’ignoto nelle vie della terra.”
Indio è il suo romanzo d’esordio.

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aspetta, ami anche tu il profumo dei libri? Sostieni l'editoria emergente!

Ogni settimana un racconto gratis da scaricare. In più aggiornamenti sulle novità editoriali e le recensioni a cura della nostra redazione.

Grazie! Controlla la tua casella di posta e inserisci il nostro mittente nella tua rubrica per avere la certezza di ricevere le nostre email.