L’angelo dominante di Eleonora Origgi

L’angelo dominante di Eleonora Origgi – Seneca Edizioni

L’angelo dominante di Eleonora Origgi si apre con una giornata umida, in una Parigi che si divide tra l’antico ed il moderno, con chi adempie il proprio lavoro sia notturno sia mattutino e con chi coltiva il proprio hobby prima di iniziare la giornata. In questo modo avviene la presentazione del protagonista Marco – ricercatore e professore d’archeologia – che, in occasione dell’inaugurazione di un famoso reperto messicano al museo del Louvre, incontra Clarisse - splendida donna dal fascino latino.

Incontro fortuito o programmato?

Successivamente Clarisse si scopre una ladra perfetta. Su commissione di Aquilar, uomo di spicco nella malavita messicana, qualche notte dopo subentra al museo ed asporta il Chupicaro. Il reperto verrà trasportato in Messico dal professore – a sua insaputa – durante un viaggio-premio dell’università per la quale lavora. Il viaggio viene organizzato dal complice di Clarisse ovvero lo stesso rettore.

Il piano però prende il verso sbagliato. Aquilar, che avrebbe dovuto pagare profumatamente il lavoro fatto, cerca d’incastrare Clarisse. La donna, allora, in compagnia del professore inizia la fuga verso Oaxaca, cittadina nella penisola dello Yucatan. Districandosi durante l’inseguimento tra varie peripezie, Marco e Clarisse hanno un incontro molto ravvicinato che li fa innamorare. Questo evento però dura poco perché degli individui incaricati della loro morte non danno tregua. Solo con l’aiuto della comunità francescana di Oaxaca riusciranno a salvare il reperto dalle mani sbagliate.

Suddiviso in 13 capitoli, il romanzo affronta le tematiche del sacrificio, dell’amore, dell’amicizia e dell’amara riflessione sulla morte. Con ritmo incalzante i protagonisti s’intrecciano come scatole cinesi fino al finale che lascia aperte alcune porte.

L’angelo dominante è una prova convincente per un’autrice con buone capacità narrative, bancaria di professione ed appassionata di scrittura fin dalla giovane età. Affronta per la prima volta il mondo dell’editoria con la Seneca Edizioni, piccola casa editrice nel torinese.

“L’unione d’arti e mestieri”: l’autrice definisce il proprio libro per l’accurata scelta del quadro messo in copertina e per la vicenda narrata abilmente attraverso gli occhi del protagonista maschile.

Leggi anche:

Hai trovato interessante questo articolo?

Aiuta questo sito a promuovere gli autori emergenti, diffondi i contenuti che ritieni validi sul tuo social network preferito o iscriviti alla newsletter. Basta un clic e non costa nulla!

Una risposta a “L’angelo dominante di Eleonora Origgi”

  1. gabriele scrive:

    Molto bello e emozionante da leggere in un lampo di stupore.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>