I segreti della camera rossa di Pauline Chen

I segreti della camera rossaPensando all’emblema dell’amore osteggiato dalle trame di palazzo ci è facile evocare l’immagine di una Verona percorsa dai fremiti di Romeo e Giulietta. Anche altre culture hanno codificato nella loro storia vicende che ricordano da vicino il capolavoro shakespeariano. È il caso de I segreti della camera rossa, opera della scrittrice Pauline Chen, edito da Sperling & Kupfer, Edizioni Frassinelli, e disponibile su Feltrinelli.it a soli 16,57.

I segreti della camera rossa nasce dall’ispirazione di un classico cinese, Il sogno della camera rossa, raffigurando, nel divenire narrativo dei personaggi, un’intera epoca, un oriente sconosciuto a gran parte del pubblico occidentale. La storia della giovane Daiyu si colloca in una Pechino dell’anno 1721, e prende le mosse da una promessa. Quella fatta dalla ragazza al capezzale della madre, che la costringe ad abbandonare un’umile casa della provincia cinese per partire alla volta di Pechino.

Balzo verso la grande capitale che sembra guidato da una buona stella, visto che Daiyu si ritrova a far parte di una delle famiglie più influenti di Pechino, e ad abitare un grande Palazzo Imperiale, dove dimorano anche zii e cugini. Figure coinvolte in un intricato schema di relazioni fatto di potere e interessi. Da una parte gli uomini, alla smaniosa ricerca di un avanzamento sociale ed economico. Dall’altra le donne, relegate a una prigionia dorata, ridotte quasi a componenti scenografici.

Qui si consuma la ricerca d’affetto di Daiyu, osteggiata dalla durezza della nonna e supportata dalla docile tenerezza della cugina maggiore. Mentre l’altro vero compendio narrativo, la controparte maschile di Daiyu, viene ricoperto dal ruolo di Baoyu, bellissimo e ambito cugino con il dono della fortuna: la pietra di giada che lo accompagna dalla nascita. Tra Baoyu e Daiyu nasce un amore profondo e sincero, che, forse proprio per questo, richiama gelosie e ragioni di Stato. Profondi ostacoli allo svolgimento della loro relazione. L’unica vera protezione, benevola verso il futuro degli innamorati, sembra essere la pietra di giada.

LEGGI ANCHE:  L'ULTIMO ROMAZO DI UGO RICCARELLI: L'AMORE GRAFFIA IL MONDO

L’autrice, Pauline Chen, è una scrittrice americana di origine cinese. Laureata ad Harvard in studi classici, ha poi conseguito il Master in letterature orientali a Princeton. I segreti della camera rossa, un romanzo dedicato a tutti i lettori e le lettrici che vogliono respirare il calore dei sentimenti più veri come passione e amicizia.

Autore: Iacopo Bernardini

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest