Morire dal Ridere, un romanzo meneghino di Maria Antonietta Usardi

Morire dal ridere, di Maria Antonietta Usardi“Il giorno in cui il piccolo Robespierre arriva a bottega è una soleggiata mattina autunnale, di quelle che da queste parti capitano una volta ogni tanto durante l’anno. Il bambino, cinque anni compiuti il primo aprile, porta in dote, come unico bagaglio, una valigia di velluto nero da cui sbuca un indecoroso pigiama giallo canarino, una borsa piena di libri da colorare, una lettera per gli zii, che da quel momento in poi saranno i suoi tutori legali fino alla maggiore età, una chioma arruffata di riccioli color carota dalla sfumatura impresentabile e un sorriso così beato stampato sulla faccia che nemmeno il Signore Iddio l’ultimo giorno della Creazione.”

Comincia in questo modo Morire dal Ridere, nuovo libro di Antonietta Usardi, edito dalla 0111 Edizioni  (al momento disponibile in formato e-book su lafeltrinelli.it a € 8,99).

L’autrice ci porta a spasso nella sua città, Milano, e nel suo quartiere, Chinatown, alla scoperta di un’insolita attività commerciale: un negozio per suicidi. Sì, avete letto benissimo, un negozio per suicidi, dove coloro che hanno deciso di togliersi la vita hanno a disposizione ogni ben di Dio per soddisfare il loro ultimo desiderio: dalle tradizionali armi da fuoco ai veleni, a sofisticati marchingeni e chi più ne ha più ne metta.

A gestire questo insolito negozio, ricavato da una ex chiesetta sconsacrata – la location esiste realmente! – è una moderna famiglia Addams: Vincent, Amelia e i loro due tristi figlioli Ernest e Sylvia, educati fin da piccoli a vedere la vita come un’unica grande sequela di dolori.

Fino a quando nel loro mesto menage famigliare irrompe il nipote Robespierre, lasciato dai parenti sulla soglia della loro casa.

LEGGI ANCHE:  “Pet Sematary”di Stephen King

Il piccolo, amante della vita e dei colori, darà vita a un’opera di ottimistico sabotaggio, per convincere tutti che l’esistenza è un grande dono e va goduta fino in fondo.

Ho gradito moltissimo questo libro: il tema è accattivante e una tematica così dolorosa come il suicidio viene trattata con grande candore e grande leggerezza. Lo dico subito: il libro è comico, ricco di humor nero e di sottile ironia. Il libro è buffo, agile e benscritto, la lettura non appesantisce ma, devo ammetterlo, conquista.

I personaggi sono ben descritti, soprattutto Robespierre, così vivo, con quel suo difetto di pronuncia che lo rende assolutamente irresistibile.

Volete morire dal ridere? Allora non fatevi scappare questo libro!

Scheda del libro

Titolo: Morire dal ridere

Autore: Maria Antonietta Usardi

Editore: 0111 Edizioni

Isbn: 9788863074284

Prezzo: € 13,50 (formato cartaceo); € 8,99 (e-book)

Pagine: 120

Autore: francescocosta

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Aspetta, non lasciare soli i nostri libri!

Non perdere l'occasione di leggere in anteprima le recensioni delle prossime novità editoriali, farti due risate con la nostra rubrica degli equilibri giocosi e interessarti a scoprire nuovi talenti emergenti.

Se questo non bastasse in regalo per te l'ebook: Uno, nessuno e centomila di Luigi Pirandello.

Ti sei iscritto con successo.