Book Therapy per affrontare la saudade delle vacanze

Book Therapy post-vacanzeL’estate è ormai un caro ricordo. Ritmi lavorativi e temperature stagionali ci ricordano che le vacanze sono terminate. Almeno per ora. Ma per chi soffre di saudade delle vacanze, chi ricorda con nostalgia relax e buon umore tipici delle ferie, può combatterle con la Book Therapy.

In altre parole? Leggendo. La lettura, infatti, sembrerebbe il miglior rimedio contro l’ansia da rientro post-vacanze.

Ne sono convinti 7 psicologi su 10 in un’indagine pubblicata dal social book magazine Libreriamo, con la voce autorevole di sociologi, psicologi e professori universitari.

Depressione (34%), malinconia (27%), ansia (22%), stanchezza (16%) secondo gli esperti sono i sentimenti che accomunano milioni di italiani al rientro dalle ferie.

Per affrontare al meglio la stagione autunnale è consigliabile non riprendere subito le consuete attività, mantenere i contatti con le persone conosciute in vacanza, e alcuni tipi di letture.

Cosa prevede la Book Therapy? Romanzi d’avventura (34%) e rosa (25%), per chi vuole continuare a sognare, mantenendo quel legame con le atmosfere “da vacanza”.

Per i più salutisti, amanti del benessere sia fisico che psicologico sono più consigliati libri legati al benessere e saggi filosofici. Coloro che, invece, sono ancora affascinati dalla meta delle passate vacanze, gli addetti ai lavori consigliano letture dedicate alle principali città turistiche.

Per chi vuole affrontare il post-vacanze con consapevolezza è utile la lettura di pubblicazioni più legate all’attualità. Onde evitare di farsi travolgere negativamente da crisi, spread e caro vita, il consiglio è di dedicare il tempo della lettura a saggi che aiutino a capire le radici dei tempi difficili che oggi stiamo vivendo.

Leggere un libro orientato ai propri gusti letterari e di vita, dunque, permette di recuperare il buonumore (45%), aiuta a riprendere gradualmente i ritmi di vita quotidiana (34%) e a prepararsi nel migliore dei modi alla lunga stagione che sta per iniziare (24%). Il momento migliore per leggere? Prima d’andare a letto, mentre si è sui mezzi pubblici, o prima di andare a lavoro aiuta a riprendere gradualmente i ritmi quotidiani.

LEGGI ANCHE:  UN TALENT PER ASPIRANTI SCRITTORI: MASTERPIECE

Voi su che lettura vi orienterete? Quale sarà la vostra Book Therapy?

Autore: Mariapaola De Santis

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aspetta, ami anche tu il profumo dei libri? Sostieni l'editoria emergente!

Ogni settimana un racconto gratis da scaricare. In più aggiornamenti sulle novità editoriali e le recensioni a cura della nostra redazione.

Grazie! Controlla la tua casella di posta e inserisci il nostro mittente nella tua rubrica per avere la certezza di ricevere le nostre email.

Pin It on Pinterest