Quinta edizione di Una torre di Libri a Torre Pellice

Quinta edizione di Una torre di libriÈ giunto alla 5° edizione, quest’anno Una Torre di Libri che risulta oggi uno dei più importanti festival culturali del Piemonte. Fino al 25 Luglio Torre Pellice è ancora una volta la location di incontri letterari, musicali, teatrali ed enogastronomici.

La cittadina, in provincia di Torino, conta poco meno di 5000 abitanti, ed è il centro principale della Chiesa valdese in Italia. Oggi qui hanno sede le principali istituzioni ad essa collegate: la Tavola valdese, il Centro Culturale Valdese e la Diaconia Valdese. È definita la “Culla della Resistenza”. Qui, infatti, operò la Tipografia Alpina,  protagonista della diffusione della stampa clandestina nel territorio.  A Torre Pellice, nel 1937, è stata aperta anche la prima libreria della Claudiana, una delle più antiche case editrici italiane (fondata nel 1855).

Il fil rouge di questa edizione di Una Torre di Libri è  Tuttestorie. L’intento è stato quello di rileggere la storia e le storie con chi ha saputo raccontarle. Vicine o lontane nel tempo e nello spazio. Slowfood ha collaborato all’organizzazione di alcuni eventi della manifestazione che hanno abbinato enogastronomia e letteratura. Anche i commercianti della città hanno dato il loro contributo allestendo le loro vetrine in vista della manifestazione ed impreziosendole con i libri.

Una Torre di Libri è un baluardo a difesa della lettura e della cultura. Folta e prestigiosa la partecipazione agli eventi della manifestazione: dalla poetessa e scrittrice nicaraguense Gioconda Belli ad Antonio Ingroia, Concita De Gregorio, Gherardo Colombo, Gianni Riotta, Laura Pariani, Cinzia Tani e Stefano Levi Della Torre. Torre Pellice rappresenta la cornice ideale di questa kermesse, plurilinguistica, internazionale, multiconfessionale, crogiolo di culture e di storia.

LEGGI ANCHE:  Book Club: eventi letterari di giugno in giro per l'Italia

Non solo scrittori e saggisti affermati.  La novità di questa 5° edizione è stata il concorso   “Galeotto fu il libro” che ha come centro la passione per la lettura e per i libri. Ai partecipanti, infatti è stato  chiesto di raccontare in 1.500 battute:  “il libro della propria vita”.

Autore: Mariapaola De Santis

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Aspetta, non lasciare soli i nostri libri!

Non perdere l'occasione di leggere in anteprima le recensioni delle prossime novità editoriali, farti due risate con la nostra rubrica degli equilibri giocosi e interessarti a scoprire nuovi talenti emergenti.

Se questo non bastasse in regalo per te l'ebook: Uno, nessuno e centomila di Luigi Pirandello.

Ti sei iscritto con successo.