“OLTRE L’ORIZZONTE” di Antonello De Sanctis,il romanzo di colui che è riuscito a “dare musica alle parole”

oltre l'orizzonte - antonello de sanctisDi questo libro mi ha incuriosito subito il fatto che fosse scritto da un noto paroliere di cui adoravo già moltissime canzoni;ho acquistato,così,molto volentieri questo romanzo e devo dire che non se sono rimasta affatto delusa:sono vari gli stati d’animo che si alternano in chi lo assapora:ti cattura subito la sua scorrevolezza,la descrizione mirabile dei vari personaggi che,via via,si affacciano e che circondano Matteo,il protagonista;ti conquista l’amore sconfinato di Matteo per Marta,sua madre,ti sorprende la descrizione del bellissimo rapporto di Matteo bambino col nonno;e’ unico e quasi invidiabile il legame affettuoso tra Matteo,Chiara ed Andrea,i suoi 2 fratelli,e’ complicato,invece, l’amore che lega Matteo prima a Giulia e poi a Monique…… ma soprattutto e’ straordinaria la forza con cui Matteo affronta la malattia della madre Marta,la sua tenacia ed il bel rapporto tra Marta ed i suoi 3 figli,così gratificante da generare un clima così sereno che determinera’ ,addirittura, il rallentare della malattia.Una grande lezione di vita per tutti noi,per tutti coloro che si trovano,quotidianamente,ad affrontare delle difficili prove che la vita,purtroppo,talvolta inaspettatamente,ci sottopone. Sono stupende le riflessioni che Matteo fa nel corso del suo racconto,nel dipanarsi della storia che si conclude con un epilogo strepitoso,suggestivo ed emozionante,tanto quanto l’intero romanzo. Arrivati alla parola “fine”,si chiude a malincuore il libro e,avete presente quando ci si trova al cinema ed il film in proiezione termina,le luci si accendono,lo schermo si spegne e si avverte una fastidiosissima sensazione,come lo svegliarsi improvvisamente da un bel sogno? Ecco,quando termina questo libro accade esattamente la stessa cosa:ma si puo’ sempre rimediare,ricominciando la lettura…….. capitolo 1 : “io mi chiamo Matteo” e le emozioni tornano ad avvolgerci.

Autore: BOGINA

Condividi Questo Post Su

6 Commenti

  1. ho letto questo romanzo, e concordo con l’autore della recensione:effettivamente è molto emozionante,mi sento di consigliarlo a tutti voi.

  2. Anch’io conosco molte canzoni scritte da Antonello De Sanctis,ovvero “padre davvero”,interpretata da Mia Martini, “Anima mia” dei Cugini di campagna, “Laura non c’e’ di Nek”…..
    ma non sapevo che avesse scritto questo romanzo:lo cercherò sicuramente nelle librerie.

  3. …questo libro mi ha conquistata,ne ho amato ogni singola pagina ed ha ragione Bogina, il finale è davvero fantastico…..

  4. questo romanzo è incredibilmente bello
    sto leggendolo per la terza volta e ogni volta è una sorpresa in più
    imperdibile!

  5. Un grande autore di canzoni per un romanzo immenso. Lo sto regalando a mezzo mondo ed è graditissimo. Un nuovo modo di fare letteratura, secondo me: agile, diretto, estremamente emotivo e profondo.
    Non per niente Matteo, il protagonista, racconta la storia della grave malattia della madre non a un foglio di carta ma al nastro di un registratore.
    e nessuno mi paga per dire queste cose 🙂

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aspetta, ami anche tu il profumo dei libri? Sostieni l'editoria emergente!

Ogni settimana un racconto gratis da scaricare. In più aggiornamenti sulle novità editoriali e le recensioni a cura della nostra redazione.

Grazie! Controlla la tua casella di posta e inserisci il nostro mittente nella tua rubrica per avere la certezza di ricevere le nostre email.