O.J Simpson, la confessione del massacro.

Chi non conosce O.J. Simpson? Campione di football americano degli anni ’70, è diventato noto a tutto il mondo, più che per le imprese sportive, per l’accusa di duplice omicidio della moglie Nicole Brown e di Ronald Goldman, suo amante. Il processo divenne un evento mediatico di proporzioni epiche, trasmesso in diretta e commentato da ogni telegiornale e testata giornalistica dell’epoca. O.J. rischiava seriamente la pena di morte ma, nell’ottobre del 1995, dopo 253 giorni di processo e 126 testimoni, la giuria dichiarò O.J. Simpson non colpevole dell’omicidio di Nicole Brown e di Ronald Goldman. A distanza di 12 anni, un libro intervista(titolato “I did it”) è destinato a far discutere ancora. L’autore, Pablo Fenjves, racconta che durante il lavoro, lo stesso Simpson avrebbe confessato di avere commesso il massacro.

C’è un passo del libro che recita così: “Se li avessi uccisi io, avrei agito a sangue freddo mentre un amico che era con me, “Charlie”, stava a guardare”. Ed è il passo più atteso da parte del pubblico. Secondo Pablo Fenjves, che in questi giorni ha deciso di parlare più approfonditamente del libro, dietro quelle parole che dicono e non dicono, ci sarebbe una piena confessione da parte dell’ex campione. Così almeno assicura lo scrittore, che durante il lavoro e i numerosi incontri con Simpson, avrebbe raccolto diversi sfoghi emotivi.

In America, dove ogni cosa ha il suo lato commericale(non solo in America potrebbe pensare qualcuno…), l’uscita del libro, in cui la verità rischia di essere raccontata a mezza voce, potrebbe accontentare tutte le parti in causa. In ogni caso, se anche la confessione al condizionale fosse confermata in futuro da parte dello stesso ex campione di football, egli non rischierebbe di vedere riaprire il processo e finire in galera. Un giudice ha stabilito che il ricavato del libro dovrà andare alla famiglia delle due vittime. Per chi fosse interessato, nei prossimi mesi il libro sarà disponibile anche in Italia.

LEGGI ANCHE:  Era San Nicola prima di diventare Babbo Natale

E’ un uomo libero – O.J.Simpson oggi ha 60 anni, è un uomo libero e vive in Florida. Fa l’opinionista per le partite di football. Nel 2005, in occasione dell’anniversario dell’omicidio disse di voler scoprire il vero colpevole. Una tv privata lo pizzicò in flagrante mentre, con amici, afferrava una banana mimando un accoltellamento.

nella foto: OJ Simpson il giorno dell’arresto.

Autore: admin

Condividi Questo Post Su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Aspetta, non lasciare soli i nostri libri!

Non perdere l'occasione di leggere in anteprima le recensioni delle prossime novità editoriali, farti due risate con la nostra rubrica degli equilibri giocosi e interessarti a scoprire nuovi talenti emergenti.

Se questo non bastasse in regalo per te l'ebook: Uno, nessuno e centomila di Luigi Pirandello.

Ti sei iscritto con successo.