Il riso di Talete

Autore: Gabriele Lolli

Il riso è uno scoppio di energia incontrollata, un rivolgimento umorale, insomma una catastrofe fisiologica (e anche sociale, se si ride a sproposito). Ma le catastrofi sono quelle strane discontinuità studiate dai matematici. E’ possibile affidare a loro una teria del riso? Nell’opinione comune i matematici sono incapaci di emozioni, sono robot, macchine, magari geni, ma vorreste davvero essere come loro? Non meno degli italici carabinieri oggetto di riso, personaggi di barzellette, fin da quando Talete fece ridere la serva tracia cadendo in una buca perché camminava guardando le stelle. Ma il nostro “agente all’Avana”, ci fa pervenire rapporti che rivelano come siano loro, i matematici, tra i più prolifici inventori di umorismo, storie, barzellette.

LEGGI ANCHE:  Una donna, tre vite: la storia di Fortuna

Autore: admin

Condividi Questo Post Su

1 Commento

  1. Molto interessante! Inoltre mi piacerebbe conoscere quanto il riso sia legato a variabili quali l’età, il sesso, la cultura. E anche quanto incida sulle preferenze letterarie: storie tragiche senza comicità e ironia sono decisamente datate? E chi decide cosa è comico e per chi? Leggerò il libro.

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Aspetta, non lasciare soli i nostri libri!

Non perdere l'occasione di leggere in anteprima le recensioni delle prossime novità editoriali, farti due risate con la nostra rubrica degli equilibri giocosi e interessarti a scoprire nuovi talenti emergenti.

Se questo non bastasse in regalo per te l'ebook: Uno, nessuno e centomila di Luigi Pirandello.

Ti sei iscritto con successo.